Moringa cos’è? La Moringa è una pianta, anche definita superfood dell’anno 2020

La moringa oleifera è una pianta appartenente al genere delle moringacee, conosciuta anche come albero del rafano o del ravanello. La sua varietà più conosciuta, ovvero la Moringa Oleifera, è un concentrato di benefici per salute e per questo è utilizzata giornalmente sotto forma di Capsule, Polvere o Tisane in qualità di Integratore Naturale e Biologico di Vitamine, Antiossidanti, Proteine e Calcio con differenti effetti positivi per la salute e la bellezza.

Principali utilizzi della Moringa

Per rispondere alla domanda “cos’è la Moringa” partiamo dal fatto che la moringa oleifera è una pianta che può raggiungere i 7 metri d’altezza con moltissimi usi: tutte le sue parti, dalle foglie, all’olio dei semi alle radici sono commestibili e i baccelli non ancora maturi sono consumati come verdura. Sono raccolti ancora verdi e consumati previa cottura oppure freschi, mentre le foglie sono utilizzate sia fresche sia in seguito all’essiccazione.

Dai semi della moringa si estrae l’olio che è dolce e non appiccicoso e la pasta dei semi, usata per purificare l’acqua potabile.

L’olio è risultato essere particolarmente adatto in cosmesi per la cura di pelle, capelli, ferite e come anti-invecchiamento, per via dell’alto potere idratante e purificante , con la sua capacità di catturare e rimuovere le sostanze inquinanti. È usato, inoltre, per proteggere i capelli dal calore del phon, per rinforzare il cuoio capelluto e nutrire i capelli secchi.

Ampio l’uso commestibile della moringa anche nelle ricette: i semi, infatti, possono essere consumati sia crudi sia arrostiti o in polvere, aggiunti nel tè, sotto forma di tisana o usati nel curry e in altre pietanze in base ai gusti.

Origini della moringa oleifera

La FAO Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura dedica un’intera sezione alla moringa oleifera:

Esistono 13 specie di moringa, tra esse il cosiddetto “albero bacchetta”, noto anche come tree oil, mentre l’albero del ravanello (Moringa olifera), è il più ampiamente coltivato. Tra le altre specie note vi è l’albero del cavolo (Moringa stenopetala).”

Originaria dell’Asia meridionale e dell’India, la moringa oleifera è la specie economicamente più pregiata e cresce ai piedi dell’Himalaya; oggi è coltivata diffusamente in tutte le zone tropicali e se ne trovano ben 8 specie endemiche dell’Africa di cui nove specie in Etiopia orientale, nel nord del Kenya e in Somalia. È coltivata anche in Asia tropicale, America Latina, nei Caraibi, in Florida e nelle isole del Pacifico.

La Moringa oleifera è conosciuta come “albero della vita” per l’effetto salvavita che ha su alcuni paesi in via di sviluppo e perché ogni sua parte, dai fiori ai frutti, dai semi alle foglie, sono una miniera di benefici che aiutano a mantenere il corpo in salute.

Principali utilizzi della moringa oleifera

Grazie alle sue numerose proprietà e alle sostanze contenute, tra cui amminoacidi essenziali, vitamine, antiossidanti e sali minerali, la moringa oleifera è utilizzata prevalentemente per:

  • Purificazione delle acque potabili (in passato principalmente)
  • Stabilizzare il peso corporeo e bloccare il senso di fame
  • Prevenire l’invecchiamento cellulare, cutaneo e degli organi interni in virtù delle molteplici proprietà antiossidanti
  • Protezione della vista
  • Attenuazione delle macchie cutanee
  • Aumentare le difese del sistema immunitario
  • Regolare la pressione sanguigna
  • Regolare il livello di zuccheri nel sangue
  • Miglioramento delle condizioni respiratorie di pazienti asmatici
  • Proteggere l’intestino dagli stati di infiammazione cronica e colite
  • Migliorare l’assorbimento del ferro favorendo la prevenzione da anemie o il recupero fisico.

Vedi tutti i benefici della moringa nella sezione dedicata

Come si coltiva la moringa

La Moringa è una pianta davvero miracolosa anche nel modo in cui cresce e si sviluppa: dalle enormi capacità adattative, la Moringa Oleifera ama le temperature miti e può essere coltivata facilmente solo in quei climi dove la temperatura non scende mai sotto i 10°. Resiste bene alla siccità e il terreno in cui è coltivata richiede essere ben drenato.

Precoce e intraprendente, la pianta di Moringa impiega dagli 8 ai 20 giorni per germinare e resiste anche alle alte temperature, mentre teme vento e umidità.

Di questa pianta sono utilizzate in sostanza tutte le parti: le foglie, considerate la parte più nutriente della pianta, possono essere consumate cotte oppure essiccate e sminuzzate o polverizzate per arricchire salse e zuppe o per la preparazione di tè e infusi. I semi invece possono essere bolliti o tostati ed è possibile estrarre un olio commestibile molto dolce ricco di acido oleico e acido beenico.

Questi estratti ottenuti dai semi della pianta e la polvere ottenuta dalle foglie essiccate sono poi utilizzate per la realizzazione delle famose capsule di Moringa Oleifera dai numerosi effetti benefici.

Come si ricava la polvere di Moringa

La polvere di moringa si ricava dalle foglie e dai semi di quest’albero, che sono essiccati e finemente macinati: il risultato è una polvere quasi impalpabile. La La polvere di Moringa contiene tutti i 9 amminoacidi essenziali, 27 vitamine, 46 antiossidanti diversi e molti sali minerali. I benefici della Moringa, dunque, sono strettamente legati alla grande quantità di elementi utili al mantenimento della salute di cellule e tessuti.

Moringa come assumerla?

La Moringa si può assumere sotto forma di capsule, blisterate o in pilloliere, in polvere o nelle tisane assieme ad altre erbe benefiche. Trovare le foglie di Moringa fresche in occidente è quasi impossibile.

Le Capsule di Moringa si possono assumere tutti i giorni prima dei pasti, la posologia consigliata è infatti di 3 capsule al giorno. Le capsule sono sicuramente il modo più comodo di assumere quest’integratore.

La Moringa in Polvere si può aggiungere in acqua calda oppure a bevande e alimenti quali succhi di frutta, frullati, latte e yogurt, ma anche a zuppe, minestre e brodi. Visto il sapore molto forte della polvere consigliamo le zuppe in ogni caso.

Inoltre, la Moringa sotto forma di polvere può essere utilizzata per preparare il pane o qualsiasi tipo di torta, senza che i principi attivi perdano le loro proprietà. Sempre mescolata con l’acqua, può essere applicata sulla cute per attenuare le macchie della pelle e stimolare la guarigione di ferite, verruche e morsi.

ACQUISTA LE ESCLUSIVE CAPSULE DI MORINGA BIO
Moringa come assumerla

SCOPRI I NOSTRI PRODOTTI A BASE DI MORINGA

3,00
18,00
Nuovo
18,00
38,00
12,00
19,90 o 19,90 16,92 /al mese per 6 mesi
55,00
Nuovo
14,00